Come ormai da anni per Milano la settimana centrale di aprile è il Fuori Salone che invade piacevolmente tutta la città in occasione del Salone del Mobile e del Design alla Fiera di Rho.

In occasione della Milano Design Week 2019 Il teatro Franco Parenti ha lanciato il Parenti District Art & Design. Durante la settimana gli spazi del Teatro hanno ospitato opere e installazioni di artisti affermati o emergenti. 

Tra i moltissimi luoghi del Teatro visitabili mi è piaciuto particolarmente scendere in basso nella sala AcomeA dove vi è il  workshop “Design is eros” a opera degli studenti del Politecnico di Milano. I cui docenti i professori Arista, De Lucchi e Greco illustrano i 13 modelli, realizzati dagli studenti del Politecnico che meritano di essere visti e forse realizzati in scala diversa in altri luogi in occasione di eventi a tema il Design.

Il Parenti District ha ottenuto un meritatissimo successo strepitoso di pubblico e grande spazio su riviste e giornali non solo di settore.

Girovagando per la città invasa per l’occasione da centinaia di eventi ho visitato fino a imbalordirmi il capo decine e decine di mostre, tra quelle finite sul mio taccuino propongo, pur essendo fuori teatro, due mostre, diversissime tra loro, che mi sono parse interessanti e che purtroppo non avranno il meritato eco sulla stampa.

La prima mostra è ArtColorBike, il progetto che promuove l’ecologia, la mobilità sostenibile e un approccio consapevole al consumo attraverso l’arte e il colore, e che presenta lavori realizzati dai giovani artisti di Brera a Palazzo Moriggia in via Borgonuovo e a Lambrate nello spazio di via Ventura 3. La mostra prevede l’esposizione di 12 opere installative, frutto della creatività di giovani e talentuosi studenti d’arte selezionati dall’Accademia, che si sono espressi sul supporto alternativo della bicicletta, rigorosamente da rottamare, portando nuovi significati e funzione.

La seconda mostra che mi piace e preme sottolineare per la leggerezza e la raffinatezza esposta nello spazio Renzo Freschi – Asian Art è Japanese Bamboo Design, una mostra dedicata all’arte giapponese del bambù. Le trenta opere esposte mostrano le due tendenze attualmente presenti in quest’arte: quella che rivisita con gusto moderno le antiche forme della tradizione (cestini per ikebana e cerimonia del tè) e quella che si esprime con forme astratte e talvolta ardite: sculture che vivono del contrasto tra vuoto e pieno composto dall’intreccio di questo straordinario materiale. 
La mostra è organizzata in collaborazione con la Galleria Mingei di Parigi.

a.r.