LE ULTIME LUNE

Di Furio Bordon – Regia di Daniele  Salvo

(Visto al Teatro Carcano il 7 marzo 2019)

LA VECCHIAIA CI FA ANCORA PAURA!

Al Teatro Carcano, sino al 17 marzo è in scena Le ultime lune, un ottimo e liricamente commovente testo di Furio Bordon, interpretato a suo tempo  dal grande Marcello Mastroianni, che andò in scena nella stagione 95/96 per l’ultima sua prova d’attore proprio recitando il ruolo del protagonista ora ricoperto dal bravissimo Andrea Giordana.

Il protagonista del dramma è un vecchio professore, amante della musica e dei fumetti in particolare di Topolino. Il vecchio non ha mai smesso di dialogare con la moglie (Galatea Ranzi) morta prematuramente, discorrendo con lei di ogni aspetto della vita quotidiana, del figlio (Luchino Giordana), dei nipoti, ricordando soprattutto il loro grande amore e teorizzando anche in chiave ironica sulla vecchiaia e la morte.

Risultati immagini per le ultime lune carcanoLa poesia di questo testo rivive quindi grazie alla sapiente regia di Daniele Salvo e alla recitazione del tutto naturale e coinvolgente dei bravissimi Andrea Giordana e Galatea Ranzi portando lo spettatore a riflettere su ciò che più ci spaventa della vecchiaia: la lentezza, la mancanza di sogni da realizzare, il decadimento fisico e intellettuale.

Ma invecchiare è invece un privilegio! Quanto avrebbero voluto anche loro invecchiare insieme, diventare una bella coppia di vecchietti, un po’ svaniti e stravaganti. Ma il destino ha voluto diversamente e il professore è dovuto invecchiare da solo.

In un mondo dove tutto avviene velocemente, dove l’efficienza è la cosa principe, dove c’è spazio solo per ciò che è  giovane e bello, dove a ogni costo si cercano di cancellare i segni del tempo, il professore, molto orgoglioso e incapace di ammettere le proprie debolezze,  decide di togliere il disturbo ritirandosi in una casa di riposo per anziani, con il beneplacito del figlio (un Luchino Giordana qualche volta al di sopra delle righe) che non si oppone a questa sua scelta.

Arrivato nella sua nuova casa, portando con sé ben poche cose (alcune cassette di musica classica, gli amati fumetti e un album di foto) trova rifugio nella soffitta dell’ospizio dove divide lo spazio con una tenera piantina di basilico, unico elemento vitale di quel triste e desolato luogo.

Le scenografie firmate da Fabiana Di Marco ben rappresentano i due ambienti in cui si svolge la pièce. Nel primo atto la casa di famiglia, accogliente e carica di ricordi, nel secondo atto l’asettico ambiente della casa di riposo, anonimo e vuoto dove trascorrono le ultime lune del professore.

Nel breve secondo tempo Andrea Giordana reciterà lo struggente epilogo della storia facendo commuovere tutto il pubblico che al terminare del dramma sommergerà di applausi il trio di attori.

Marina Salonia   

                                                                  

VETRINA

LA PROGRAMMAZIONE NEI TEATRI MILANESI SEGUITI DA SONDA.LIFE

 Cerca lo spettacolo che fa per te tra quelli proposti da i teatri abitualmente seguiti da Teatro a Milano/Sonda.Life

CERCA


Archivio Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre , Gennaio


LEGGI

“Bisogna essere capaci di sognare” Nelson Mandela


SOSTIENI SONDA.LIFE E IL SUPPLEMENTO DI RECENSIONI TEATRALI

Per la sostenibilità di Sonda.Life e del supplemento “Il Teatro a Milano”  e per consentirci di continuare nel nostro lavoro di ricerca e informazione sul tessuto sociale di Milano, potete aiutarci con il vostro contributo:

IBAN IT73B0501801600000012207163Associazione culturale Sonda.Life
c/o Banca Popolare Etica
filiale di Milano via Melzo
Ogni contributo è prezioso e ci permette di continuare a sviluppare ulteriormente molteplici progetti a livello sociale e culturale

Grazie in anticipo e continuate a seguirci!

Associazione culturale Sonda.Life
sede legale via Nullo 19, 20129 Milano


Risultati immagini per maschere pompei