LA NOTTE

(Visto il 29 ottobre al Teatro Filodrammatici)Risultati immagini per pippo delbono la notteDi Bernard-Marie Koltès 

IN CERCA DI CONFRONTO E CONFORTO
TRA SUSSURRI E GRIDA

Due sedie, una a destra l’altra a sinistra del palco per Pippo Delbono e il musicista Piero Corso che accompagna  dal vivo la performance con la sua chitarra.
Entrano in scena e si siedono, il primo ha un fascio di fogli che man mano che procederà nella lettura farà scivolare, uno a uno,  a terra, e cerca subito un confronto con il pubblico, si racconta nelle sue fragilità in un preambolo che coinvolge e umanizza, piccolo sipario alla narrazione vera e propria.
Pippo Delbono porta sulla scena un testo forte, La notte  tratto da La nuit juste avant les forêts di Bernard-Marie Koltès , drammaturgo e regista francese, morto a quarant’anni, nel 1989. È un suo adattamento, autorizzato da François Koltès, fratello dell’autore, di cui vieneproposta una intensa lettera all’attore, scritta durante una sua permanenza in Sicilia, che ha per tema il dramma dell’immigrazione, i morti in mare, l’essere straniero e che introduce alla lettura vera e propria del testo.
Sono la parola e la musica gli  elementi dello spettacolo in un’assenza di accorgimenti  scenici, la voce di Pippo Delbono trascina nel racconto con parole sussurrate e poi gridate, ripetute e urlate in una trama che parla di solitudine in una città in cui si è stranieri, in cui si cerca solo una stanza per almeno una parte della notte, in cui si abborda una persona per strada al grido di “compagno, compagno, compagno” per andare oltre, per trovare confronto e conforto in una città scura sotto la pioggia.
I temi che si dipanano sono molti, complessi, torbidi, l’attenzione catturata dall’intensità della recitazione e da quel suono di chitarra che accompagna, determina e sottolinea un racconto cupo e surreale, rabbioso e non rassegnato.
E  quasi in apnea si arriva al finale con una lettera di Bernard-Marie Koltès in risposta alla madre che lo aveva aspramente criticato per quest’ opera. 
“La notte” è andata in scena al Teatro Filodrammatici domenica 29 ottobre, a chiusura della rassegna “Lecite/visioni”

Claudia Pinelli

HOME