Risultati immagini per manzoni logoPICCOLI CRIMINI CONIUGALI

Di Eric-Emmanuel Schmitt – Adattamento e regia di Michele Placido (Visto al Teatro Manzoni il 28 marzo 2019)

ATTENTI A QUEI DUE!!

Al Manzoni è in scena sino al 14 aprile la commedia Piccoli crimini coniugali tratta da un noto testo di  Eric-Emmanuel Schmitt, romanziere e drammaturgo francese, adattato per il teatro da Michele Placido che ne ha curato la regia e ne è anche interprete insieme ad Anna Bonaiuto.

Il testo affronta un tema ricorrente in molte recenti rappresentazioni teatrali viste anche al Manzoni: il rapporto di coppia che col passare del tempo diventa una gabbia dalla quale  a volte è molto difficile liberarsi. Il testo di Schmitt è piuttosto crudo e realistico e sicuramente le coppie di lunga data troveranno molte similitudini con la coppia in scena anche se la storia raccontata assumerà risvolti inaspettati da noir.

Nel 2017 ne è stata realizzata anche una versione cinematografica per la regia di Infascelli con Sergio Castellitto e Margherita Buy.

La storia racconta di una coppia di mezza età: Gilles (Michele Placido), scrittore di successo di libri gialli, autore di un best seller dal titolo “Piccoli crimini coniugali”, e Lisa (Anna Bonaiuto) sua moglie da molti anni tutti trascorsi all’ombra del suo uomo narciso ed egocentrico.

Gilles a causa di un presunto incidente domestico perde la memoria e lo spettacolo inizia proprio con il suo rientro a casa accompagnato da Lisa che cerca di aiutarlo  nel percorso di recupero raccontandogli di loro, della loro casa, delle loro abitudini, della loro vita matrimoniale.

Facendo questo però Lisa tralascerà o modificherà alcuni particolari nel tentativo di plasmare a nuova vita il loro stanco rapporto e di celare qualche sua debolezza. Si innescherà tra i due un confronto a tratti vivace e intenso, violento e sofferto nel quale i due non si risparmieranno in recriminazioni, accuse e gelosie in un gioco al massacro che sorprenderà il pubblico.

Le scenografie firmate da Gianluca Amodio benrappresentano l’elegante appartamento della coppia dove spiccano gli elementi che Gilles ormai non riconosce più: la vecchia poltrona, la scrivania disordinata, una libreria ricolma di libri, molti scritti da lui stesso, la scalinata incriminata dalla quale è caduto, sembra, per incidente.

L’autentica protagonista della vicenda sarà la paura di invecchiare in solitudine, paura che porta molte coppie a mantenere  in vita rapporti ormai sterili e stanchi, rapporti al limite del criminale dove nella migliore delle ipotesi ci si uccide psicologicamente solo perché non si trova il coraggio di cambiare vita.

Buona ed efficace l’interpretazione di Michele Placido e Anna Bonaiuto nel rendere la sofferenza e il dramma di questa coppia anche se il ritmo della commedia a volte ha lasciato spazio a qualche momento di staticità.

Tanti e calorosi gli applausi tributati dal pubblico milanese all’affiatata coppia Placido-Bonaiuto per una rappresentazione gradevole e apprezzabile.

Marina Salonia

                                                      

VETRINA
LA PROGRAMMAZIONE NEI TEATRI MILANESI SEGUITI DA SONDA.LIFE

 Cerca lo spettacolo che fa per te tra quelli proposti da i teatri abitualmente seguiti da Teatro a Milano/Sonda.Life

CERCA


Archivio Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre , Gennaio

LEGGI

“Bisogna essere capaci di sognare” Nelson Mandela


SOSTIENI SONDA.LIFE E IL SUPPLEMENTO DI RECENSIONI TEATRALI

Per la sostenibilità di Sonda.Life e del supplemento “Il Teatro a Milano”  e per consentirci di continuare nel nostro lavoro di ricerca e informazione sul tessuto sociale di Milano, potete aiutarci con il vostro contributo: IBAN IT73B0501801600000012207163Associazione culturale Sonda.Life c/o Banca Popolare Etica filiale di Milano via Melzo Ogni contributo è prezioso e ci permette di continuare a sviluppare ulteriormente molteplici progetti a livello sociale e culturale Grazie in anticipo e continuate a seguirci! Associazione culturale Sonda.Life sede legale via Nullo 19, 20129 Milano
Risultati immagini per maschere pompei