PER LA RAGIONE DEGLI ALTRI

Da Luigi Pirandello – Regia di Michele Di Giacomo

(Visto al Teatro Filodrammatici il 28 febbraio 2019)

INDAGINE ATTORNO A UN  MÉNAGE A TROIS

In Per la ragione degli altri, al Teatro Filodrammatici rimasto in scena fino al 3 marzo, Michele Di Giacomo ha porttoa in scena i temi propri del teatro di  Pirandello, ma attualizzati da espedienti scenici e di linguaggio. 

Non ci sono nomi ma i ruoli indicano i personaggi che sono Marito, lo stesso Michele Di Giacomo,  Moglie, una brava Giorgia Coco, che dà voce anche al  padre della moglie, e Amante, una convincente e coinvolgente Federica Fabiani,  in un primo momento solo figure di spalle sugli schermi di monitor, poi reali a raccontare di un ménage a trois, che ha creato due famiglie.  Ma ci sono gli sguardi e le parole degli altri ( in scena gli stessi attori con la voce alterata da un microfono) che  costringono a uscire dal silenzio infrangendo l’equilibro e  portando Marito a interrogarsi sulla famiglia – nell’ insoddisfazione di una vita in cui si sono tradite le proprie aspirazioni letterarie per accettare una routine di cronista di provincia – con un’inchiesta, le cui registrazioni audio (di interviste reali e attuali sul concetto di famiglia e ruolo del padre) accompagneranno lo spettacolo.

Risultati immagini per PER LA RAGIONE DEGLI ALTRII ruoli comunemente riconosciuti non coincidono e Marito tenta di rientrare nei cliché non facendosi scrupoli ad appropriarsi della figlia avuta da Amante, ormai figura secondaria e inutile, da mantenere distante in una casa popolare, per darla alla ricca Moglie che così può acquisire quel ruolo anche di madre che la natura le ha negato ed essere “famiglia” comunemente accettata.

In questo interessante allestimento, gli elementi tecnologici sostituiscono qualsiasi scenografia. Sul palco, oltre ai tre bravi interpreti, già citati, vi sono tre monitor accesi in cui testi descrivono l’ambiente da immaginare, danno la scansione dei tre atti in cui in origine era divisa l’opera e introducono i personaggi, in una scena nuda come metaforicamente diventeranno i protagonisti, che invece sempre indosseranno cappotti quasi a protezione dall’altro, che è anche il pubblico in sala a cui gli attori si rivolgono direttamente con giochi di sguardi e parole.

Claudia Pinelli  

VETRINA

LA PROGRAMMAZIONE NEI TEATRI MILANESI SEGUITI DA SONDA.LIFE

 Cerca lo spettacolo che fa per te tra quelli proposti da i teatri abitualmente seguiti da Teatro a Milano/Sonda.Life

CERCA


Archivio Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre, Gennaio


LEGGI

“Bisogna essere capaci di sognare” Nelson Mandela


SOSTIENI SONDA.LIFE E IL SUPPLEMENTO DI RECENSIONI TEATRALI

Per la sostenibilità di Sonda.Life e del supplemento “Il Teatro a Milano”  e per consentirci di continuare nel nostro lavoro di ricerca e informazione sul tessuto sociale di Milano, potete aiutarci con il vostro contributo:

IBAN IT73B0501801600000012207163Associazione culturale Sonda.Life
c/o Banca Popolare Etica
filiale di Milano via Melzo
Ogni contributo è prezioso e ci permette di continuare a sviluppare ulteriormente molteplici progetti a livello sociale e culturale

Grazie in anticipo e continuate a seguirci!

Associazione culturale Sonda.Life
sede legale via Nullo 19, 20129 Milano


Risultati immagini per maschere pompei