Risultati immagini per ELFO LOGOLA SCUOLA DELLE MOGLI

Di Molière – Traduzione di Cesare Garboli – Regia di Arturo Cirillo

(Visto in Sala Shakespeare del Teatro Elfo Puccini il 26 febbraio 2019)

ARTURO CIRILLO E CESARE GARBOLI GRAN TANDEM!

Con l’aiuto di una splendida, lirica traduzione di Cesare Garboli, Arturo Cirillo ha confezionato un divertente e, soprattutto, importante allestimento de La scuola delle mogli di Molière, in scena fino al 10 marzo alla Sala Shakespeare dell’Elfo Puccini.

Ogni dettaglio è studiato attentamente a partire dalla scenografia di Dario Gessati che ha creato una casa girevole che nella parte interna è costituita da due piani, al più alto dei quali è segregata Agnese, la ritenuta sprovveduta futura moglie di Arnolfo, cinico e perfido maschilista dal doppio nome, dalla doppia identità.

Risultati immagini per la scuoladelle mogli cirilloLa trama del famosissimo testo può essere accennata, nel suo inizio, in pochissime righe: Agnese, educata a essere moglie da bambina, strappata ai suoi e alla miseria, è trattenuta in una casa /prigione alla quale accede con facilità l’innamorato Orazio che in buona fede si rivolgerà proprio ad Arnolfo per chiedere aiuto e supporto per conquistare del tutto la giovane…

 Col valore aggiunto dell’efficacia dei costumi di Gianluca Falaschi (pregevole il damascato costume di Arnolfo) e del gioco, spesso mirabile, di luci disegnato da Camilla Piccioni, Arturo Cirillo propone una lettura registica composita in cui, oltre a essere facile rintracciare la gradevole musicalità dell’ultimo Molière, grazie proprio al testo di Garboli, lo spettatore può trovare un garbato mix di varie suggestioni teatrali e no. Si passa da momenti farseschi o meglio da pochade con tanto di amanti nell’armadio, a felici momenti di rivista, se non addirittura di antico, ma assai frizzante, varietà con esilaranti movenze che possono rimandare a certo Totò teatrale. Nello spettacolo si accentuano nel finale momenti cupi in cui si esalta il confronto dissidio tra le due personalità del protagonista, da una parte lo strafottente aguzzino maschilista e dall’altra un innamorato perso vittima del perverso giochetto da lui orchestrato. Anche con leggeri ma opportuni richiami alla psicoanalisi, estranea per forza di cose a Molière,  Cirillo dipana abilmente l’evoluzione di Agnese da una sorta di pupazzo/bambola/marionetta (con tanto d’imposizione di parrucca!) a donna consapevole e autodeterminata.

Intelligentemente tralasciato il ricorso a inutili genialate , che spesso rimpinguano riletture dei classici, frequenti le intuizioni geniali come l’ultima gran corsa di Agnese attorno alla casa; un’Agnese non vinta né remissiva, conscia del fatto suo, che proprio in quella corsa inseguita da Orazio dimostra la sua raggiunta totale indipendenza.

Spettacolo riuscito in cui i cinque attori, Cirillo compreso, costituiscono un gruppo coeso e attentissimo ai tempi veloci e mossi dettati da testo e regia.  Accanto a un Cirillo in grande spolvero, un brava e precisa Valentina Picello, talentuosa come sempre, ma in questo caso positivamente evidenziata dalla guida registica. Piace e convince Marta Pizzigallo domestica e ruffiana, come pure Rosario Giglio nel doppio ruolo di domestico e finto amico di Arnolfo. Convince il giovanissimo, venticinque anni compiuti nello scorso novembre, Giacomo Vigentini che si gioca il personaggio dell’innamorato Orazio in equilibrio tra spavalderia e ingenuità. Da vedere.

Adelio Rigamonti

   

VETRINA

LA PROGRAMMAZIONE NEI TEATRI MILANESI SEGUITI DA SONDA.LIFE

 Cerca lo spettacolo che fa per te tra quelli proposti da i teatri abitualmente seguiti da Teatro a Milano/Sonda.Life

CERCA


Archivio Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre, Gennaio


LEGGI

“Bisogna essere capaci di sognare” Nelson Mandela


SOSTIENI SONDA.LIFE E IL SUPPLEMENTO DI RECENSIONI TEATRALI

Per la sostenibilità di Sonda.Life e del supplemento “Il Teatro a Milano”  e per consentirci di continuare nel nostro lavoro di ricerca e informazione sul tessuto sociale di Milano, potete aiutarci con il vostro contributo:

IBAN IT73B0501801600000012207163Associazione culturale Sonda.Life
c/o Banca Popolare Etica
filiale di Milano via Melzo
Ogni contributo è prezioso e ci permette di continuare a sviluppare ulteriormente molteplici progetti a livello sociale e culturale

Grazie in anticipo e continuate a seguirci!

Associazione culturale Sonda.Life
sede legale via Nullo 19, 20129 Milano


Risultati immagini per maschere pompei