VENERE IN PELLICCIA

(Visto al Teatro Carcano il 25 gennaio 2018)

Risultati immagini per carcano venere

Di David Ives – Regia di Valter Malosti

IL GIOCARSI DEI RUOLI

Un regista, interpretato dal reale regista dello spettacolo Valter Malosti, ha completato le audizioni della giornata senza aver trovato la protagonista del suo spettacolo “La Venere in pelliccia”,  trasposizione teatrale del romanzo del 1870 di Leopold von Sacher-Masoch. All’improvviso, mentre ormai è  scesa la notte e imperversa un temporale, arriva una ragazza, Vanda, omonima della protagonista letteraria, dal pesante intercalare e con spiccata inflessione dialettale, che vuole e ottiene di fare il provino. 

Comincia così un teatro nel teatro. In un alternarsi tra realtà e finzione il regista e l’attrice sono loro stessi ma diventano anche i protagonisti dell’opera e in un duetto/duello  i ruoli si mischiano, si scambiano e i confini diventano labili. Le dinamiche si intrecciano e si aggrovigliano tra desiderio di sottomissione e voglia di supremazia come nell’originario letterario. Il femminile e il maschile perdono le loro connotazioni anche con ironia, fino a un finale non previsto.

Bravissimi gli attori. Sabrina Impacciatore, nel ruolo di Vanda, passa dal ruolo di attricetta volgare con voce squillante, alle parti recitate tratte dall’opera in cui la voce si imposta nel mutare dei tempi teatrali. Si muove con disinvoltura in un ruolo non semplice, passando a tonalità diverse di voce, cadenze e movenze.

Un lavoro interessante e ben costruito su un testo teatrale di David Ives, che rimarrà in scena al teatro Carcano fino a domenica 4 febbraio 2018.

Claudia Pinelli