PLAY STRINDBERG

(Visto al Teatro Menotti il 24 novembre 2017)

LA FAMIGLIA IN UNDICI ROUND

“Play Strinberg” è un’opera di Friederich Dürenmatt ispirata al dramma di August Strinberg “Danza macabra”; l’adattamento del grande drammaturgo svizzero risale al 1969, ma nulla ha perso nel tempo della sferzante ironia e l’attuale spettacolo del regista Franco Però è divertente, dissacrante e non banale.

Sul palco, un ring circonda lo spazio scenico, il salotto, in cui si muovono i tre protagonisti, 
Alice, Edgar e Kurt, contendenti che si affrontano, amoreggiano, si sfidano  e, come in un incontro pugilistico,  in undici round scanditi dal suono di un gong, si vedono messi all’angolo o alle corde nella difficoltà di rapporti ormai usurati. 

I coniugi Alice e Edgar, interpretati dalla magistrale Maria Paiato e dal bravissimo Franco Castellano, schermagliano alla vigilia del compimento del venticinquesimo anno di matrimonio, mettendo a nudo vizi e tensioni del loro rapporto ormai trasformato in odio, in un ambiente solitario e claustrofobico vivacizzato dall’arrivo del cugino-amante Kurt, l’ottimo Maurizio Donadoni, che rende la situazione ancora più intricata e insostenibile.

Gli attori mostrano perfetti tempi teatrali, grande sinergia e espressività che permettono attenzione e partecipazione.

In un procedere ritmato la trama si dipana mettendo a nudo l’ipocrisia delle convenzioni borghesi e dell’istituzione matrimoniale con un linguaggio che conserva una leggerezza di toni e un’arguta ironia che ne fanno uno spettacolo intelligente e godibile.

“Play Strindberg” rimarrà in scena al Tieffe Teatro Menotti, fino a domenica 3 dicembre 2017.

Claudia Pinelli