Immagine correlataPer strani casi della programmazione teatrale milanese, fino al 27 gennaio è possibile assistere alla rappresentazione di due diverse Antigone di Sofocle. Gli spettacoli, assai diversi tra loro per realizzazione e impostazione registica, conservano entrambi la grande forza tragica e l’attualità dell’opera di Sofocle. Antigone è dunque contemporaneamente in scena nella Sala Shakespeare del Teatro Elfo Puccini con la regia di Gigi Dall’Aglio e al Piccolo Teatro Studio Melato diretto da Giuseppe Scutellà.  a.r.

ANTIGONE

Di Sofocle – Regia di Giuseppe Scutellà

(Visto al Piccolo Teatro Studio  –  il 23 gennaio 2019)

SOFFERENZA SU SOFFERENZA

Nel foglio di sala si legge che la compagnia Puntozero, diretta da Giuseppe Scutellà, presenta al Piccolo un’Antigone in cui recitano e lavorano come scenografi, costumisti e fonici giovani detenuti del Beccaria. Dunque quello visto al Teatro Studio Melato è frutto di un meritorio lavoro di inclusione sociale.
Risultati immagini per antigone piccolo teatroQuando il pubblico entra in sala gli attori sono già in scena, una scena quasi inesistente, solo una grande pedana inclinata, e si muovono con aggressiva e convincente gestualità. Già da questa sorta di prologo si comprende come il lavoro sul collettivo e in modo particolare sul corpo sia stato prioritario nel lavoro registico di Giuseppe Scutellà che, nonostante intuibili difficoltà organizzative, confeziona e consegna al pubblico uno spettacolo ricco di inquietudine e ben congegnato per realizzare un unicum recitativo in cui il gruppo è indiscutibile protagonista. Spesso per scelta registica condivisibile il pubblico non riesce a capire chi sia l’attore recitante né da che luogo provenga la voce.
La traduzione di Maria Grazia Ciani è pulita e riesce a trasmettere tutta la forza di Sofocle. Belle alcune intuizioni registiche come il cammino del cieco Tiresia, guidato dal rumore di alcune pietruzze lasciate cadere a terra dal giovane che l’accompagna.
Il lavoro presentato al Teatro Studio aggiunge alla sofferenza insita nel testo di Sofocle quella vissuta sulla propria pelle da alcuni dei protagonisti e questa doppia sofferenza Giuseppe Scutellà evidenzia in particolare nel riuscito “pastiche” multilinguistico di alcuni cori. Progetto da seguire con convinzione.

Adelio  Rigamonti

Immagine correlataTRAMA IN VELOCE SINTESI – L’opera racconta la storia di Antigone, che decide di dare sepoltura al cadavere del fratello Polinice contro la volontà del nuovo re di Tebe, Creonte. Scoperta, Antigone viene condannata dal re a vivere il resto dei suoi giorni imprigionata in una grotta. In seguito alle profezie dell’indovino Tiresia e alle suppliche del coro, Creonte decide infine di liberarla, ma troppo tardi, perché Antigone nel frattempo si è suicidata impiccandosi. Questo porta al suicidio il figlio di Creonte, Emone (promesso sposo di Antigone), e poi la moglie di Creonte, Euridice, lasciando Creonte solo a maledire la propria stoltezza.

                                                                    

VETRINA

LA PROGRAMMAZIONE NEI TEATRI MILANESI SEGUITI DA SONDA.LIFE

 Cerca lo spettacolo che fa per te tra quelli proposti da i teatri abitualmente seguiti da Teatro a Milano/Sonda.Life

CERCA


Archivio Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre


LEGGI

“Bisogna essere capaci di sognare” Nelson Mandela


SOSTIENI SONDA.LIFE E IL SUPPLEMENTO DI RECENSIONI TEATRALI

Per la sostenibilità di Sonda.Life e del supplemento “Il Teatro a Milano”  e per consentirci di continuare nel nostro lavoro di ricerca e informazione sul tessuto sociale di Milano, potete aiutarci con il vostro contributo:

IBAN IT73B0501801600000012207163Associazione culturale Sonda.Life
c/o Banca Popolare Etica
filiale di Milano via Melzo
Ogni contributo è prezioso e ci permette di continuare a sviluppare ulteriormente molteplici progetti a livello sociale e culturale

Grazie in anticipo e continuate a seguirci!

Associazione culturale Sonda.Life
sede legale via Nullo 19, 20129 Milano


Risultati immagini per maschere pompei