IL CLUB DELLE VEDOVE

(Visto il 19 dicembre 2017 al Teatro Martinitt)

Risultati immagini per il club delle vedove martinitt

Di Ivan Menchell – Regia di Silvio Giordani

LA VITA CONTINUA

Al teatro Martinitt dal 19 dicembre e sino al 7 gennaio 2018 è in scena la commedia brillante “Il club delle vedove”, un testo dell’americano Ivan Menchell, adattato e diretto per l’occasione da Silvio Giordani.

La pièce racconta della profonda e duratura amicizia di tre donne che rimaste vedove decidono di dar vita a un bizzarro club che prevede incontri mondani proprio al cimitero dove, davanti alle tombe dei defunti mariti, tra chiacchiere e vecchi ricordi, cercano di lenire il dolore e dare un senso alla mancanza dei loro compagni di vita.

Le tre amiche, legate da un destino comune, sono caratterialmente molto diverse tra loro. Lorenza Guerrieri interpreta Dora, moglie devota che vive in  maniera inconsolabile la sua condizione di vedova; Marina Occhiena è Ada, la più pacata delle tre, soffre ma non vuole chiudersi alla vita e alla possibilità di essere di nuovo felice; Caterina Costantini invece si cala nei panni della prorompente Camilla sicuramente ormai pronta per un nuovo inizio, desiderosa di trovare un nuovo compagno anche per rifarsi dei numerosi tradimenti del suo primo marito.

Si aggiunge a loro una quarta protagonista: Samantha (Lucia Ricalzone), potenzialmente facente parte del club nel quale però non riesce mai a entrare in quanto è sempre presa ad elaborare il proprio lutto passando da un matrimonio all’altro. Ed è proprio per il nuovo (il quarto) matrimonio di Samantha con il Signor Santarosa (proprio quello delle marmellate!) che le tre amiche si riuniranno a casa di Ada dove le troveremo agghindate per il loro improbabile ruolo di damigelle d’onore.

L’amicizia delle tre donne entra in crisi all’arrivo di Carlo (Carlo Ettorre) un affascinante vedovo che rivolge le sue attenzioni verso Ada. Il senso di protezione ma anche un pizzico di invidia da parte di Dora e Camilla creeranno situazioni grottesche e comiche nel loro insano tentativo di intromettersi nella nascente love story dell’amica.

Lo spettacolo è frizzante e divertente anche grazie all’eccezionale bravura di Caterina Costantini che riesce a dar carattere al testo facendo da punto forte attorno al quale ruotano gli altri personaggi.

Piace Lucia Ricalzone che interpreta brillantemente una quasi fanciullesca Samantha, eccitata per il suo imminente matrimonio quasi fosse una ragazzina alle sue prime nozze. Dal suo personaggio traspare gioia e voglia di vivere nonostante il dolore e le avversità.

La fine del primo atto appare un po’ lenta e sottotono ma lo spettacolo riprende brio subito all’inizio del secondo atto con  le nostre protagoniste di rosso fuoco vestite nei frenetici preparativi delle nozze di Samantha

Apprezzabili l’allestimento scenografico di Vera Roman e i costumi di G&P Roma.

Una buona idea anche per trascorrere la serata di San Silvestro.

Marina Salonia