ARENA MILANO EST - TEATRO MARTINITT

Stagione Milano Arena Est | Tutti gli spettacoli biglietti scontati -30%  come avere i biglietti luglio, agosto 2020 Eventi a MilanoIL PEGGIO DI CINZIA LEONE… NON FINISCE MAI

di Cinzia Leone in collaborazione con  Fabio Mureddu, Gianluca Giugliarelli, Emanuele Martorelli e Chiara Becchimanzi.

Visto da Marina Salonia all’Arena Est/ Teatro Martinitt il 17 settembre 2020

IL PEGGIO DI CINZIA LEONE... NON FINISCE MAI

IL GRADEVOLE “PEGGIO” DI CINZIA LEONE

Cinzia Leone a PinkItalia: "Sono morta mille volte e mille volte sono  rinata" - PinkItalia

Giovedì 17 settembre si è conclusa la stagione estiva del Teatro Martinitt, sul palco sotto le stelle dell’Arena Milano Est, con la carica ironica e l’energia di Cinzia Leone, che ha portato in scena lo spettacolo Il peggio di Cinzia Leone … non finisce mai” scritto da lei stessa, con la collaborazione di Fabio Mureddu, Gianluca Giugliarelli, Emanuele Martorelli e Chiara Becchimanzi.

Cinzia Leone è un volto noto al grande pubblico per le sue interpretazioni in vari film di successo e per la sua partecipazione a programmi tv di satira al femminile tra cui Stati Generali e La Tv delle ragazze con Serena Dandini.

Lo spettacolo inizia in maniera originale: Cinzia, che reca ancora al braccio un misuratore di pressione, arriva dalla platea al suono di una sirena d’ambulanza.

Parte da qui una carrellata di battute sull’ingestibile traffico nella capitale, sull’impossibilità di trovare un parcheggio, sulle nuove forme di mobilità tra cui per esempio il car sharing (che in un delirio di condivisione ti porta a condividere pure la nonna dimenticata in macchina), sui monopattini, le biciclette e tutti i mezzi di locomozione a due ruote.

Affronta poi il rapporto madri-figlie, le ansie che lo accompagnano, il circolo vizioso negativo che può generare una madre ansiosa che crescerà una figlia che a sua volta sarà una madre ansiosa, ridendoci su battuta dopo battuta ma anche con un pizzico di malinconia.

Per poi passare ad altri argomenti di vita quotidiana: l’amore, il lavoro, la mezza età, i social e il desiderio di non essere invisibili ma poter affermare attraverso di loro di esistere davvero.

Le cose da dire sono tante e Cinzia le snocciola con una parlantina inesauribile e con la sua inconfondibile carica energetica. E se qualche volta perde il filo del discorso… non c’è problema… una suggeritrice ufficiale in prima fila le fa da angelo custode… e non ne fa un mistero, e ce la presenta pure a fine spettacolo!

La conclusione al dispetto del titolo è ottimistica:  il peggio c’è, esiste, lo troviamo nella vita di tutti i giorni. Ma è da questo peggio che dobbiamo trovare il meglio; è da questo peggio che troveremo la forza giorno dopo giorno per essere persone migliori.

La sua semplicità e autenticità le dimostrerà a fine serata intrattenendosi col pubblico per una chiacchierata come tra buoni amici, condividendo la sua emozione e anche un po’ di preoccupazione nel calcare il palcoscenico milanese.

Per poi finire con un lungo applauso del pubblico a lei e alla sua bravura e un applauso di Cinzia al pubblico per essere ritornato a teatro dopo i difficili mesi di lockdown.

Marina Salonia