I 4 MOSCHETTIERI IN AMERICA

(Visto al Teatro Gerolamo il 13 ottobre)

Risultati immagini per I 4 MOSCHETTIERI SACCHI DI SABBIA

Testo di Giovanni Guerrieri
Regia Giovanni Guerrieri e Giulia Gallo

QUANDO UN POP-UP DIVENTA PROTAGONISTA…

Nel week-end dal 13 al 15 ottobre sul palco del Teatro Gerolamo si è esibita la Compagnia Sacchi di Sabbia gradevolissimi con il loro intelligente e originale teatro di figura.

Ho assistito al primo degli spettacoli proposti I 4 moschettieri in America tratto dalla parodia di Nizza e Mombelli, ispirata dal testo di Dumas, e andata in onda per la vecchia Eiar dal 18 ottobre 1934. I Sacchi di Sabbia hanno dato un seguito a quella felice parodia dapprima con un radiodramma trasmesso da Radio3 e poi con questo divertente spettacolo teatrale che ripropone i quattro moschettieri in America negli Anni  Trenta, tra pallottole, gangster e belle donne, che inseguono il sogno di entrare nel mondo del cinema per riconquistare la celebrità d’un tempo. Un’accattivante proposta visiva ripropone personaggi e storie del radiodramma.

Per questo pastiche teatrale sono in scena Giulia Gallo e Giulia Solano, divertenti e argute cantastorie, Giovanni Guerrieri, Athos con tanto di cappa e spada e il pittore Guido Bartoli, velocissimo a tracciare le figure dei moschettieri e di altri personaggi  su pannelli che chiudono sul fondo il minuscolo palco del Gerolamo. I veri protagonisti dello spettacolo sono i simpaticissimi libri pop-up, che sfogliati e vivificati con maestria dalle due Giulie, interagiscono con Giovanni Guerrieri in maniera eccellente e soprattutto con dignità teatrale. Il tutto condito, qua e là, con minuscole ombre proiettati sui pannelli fondali. Con  questo spettacolo I Sacchi di Sabbia hanno ottenuto l1Eolo Award 2017 come miglior Compagnia di Teatro di Figura Italiana.

Ad accompagnare gli spettacoli della brevissima comparsa al Gerolamo la mostra SSSHHH… i pop-up teatrali dei Sacchi di Sabbia, allestita al terzo piano del Teatro-

Sicuramente riduttivo il termine mostra per quella che è una vera e propria performance, in cui vengono presentati  e sfogliati, con sottofondo musicale, alcuni libri pop-up realizzati per spettacoli andati in scena o mai realizzati: il tutto, una mezz’ora che vola via affascinante,  per meglio illustrare il grande lavoro di ricerca. Chicca della performance il breve filmato “Pop-up fossile di un cartone animato”  divertente composizione visiva che esalta la gran ricerca comunicativa della Compagnia.

Adelio Rigamonti

Archivio di Ottobre