HAMLETELIA

(Visto al PACTA salone l’11 novembre 2017)

Risultati immagini per hamletelia pagani

Da William Shakespeare – Di e con Caroline Pagani

LE METAMORFOSI
DI CAROLINE – OFELIA PAGANI

Una tomba,  in una notte di luna piena e lo spirito di Ofelia, che emerge dalla nebbia che dirada, e che si racconta, confrontandosi e contrastando  l’immaginario che fa di lei una figura femminile non delineata, forse scialba, sicuramente senza quella personalità che caratterizza altre eroine, e soprattutto eroi, della tragedia shakespeariana.

Una bravissima e poliedrica Caroline Pagani, si veste e sveste, modifica la voce, ci culla con la musicalità di una recitazione che alterna l’italiano all’inglese di Shakespeare e canta, si trasforma, si traveste  in uno spazio scenico che riempie e fa vivere con un testo non semplice ma affascinante e denso.

Ofelia si interroga sulla possibilità di cambiare il proprio destino, di incidere nella storia, di non essere solo ombra sia in morte che in vita. E vuole ricordare quello che è stato. E allora il rosmarino per ritrovare la memoria, per ricordarsi anche di sé stessi, oggetti che emergono dalla torba per rafforzare il racconto, e gli animali, i sorci, le cornacchie che sono quello ma anche altro e si trasformano, così come Ofelia che diventa Amleto, Gertrude, Lady Macbeth, Giulietta e anche Cleopatra,  ma che rivendica il suo essere originario, la voce e il corpo narrante,  mostrando la complessità, rivendicando un protagonismo femminile non offuscato da un’autostima determinata dal giudizio altrui.

C’è tanto in questo testo complesso, ricco di stimoli, che non permette indifferenza, interpretato con intelligenza, drammaticità e ironia.

“Hamletelia” di e con Caroline Pagani è andato in scena a Milano al PACTA dei Teatri di via Dini, dall’8 al 12 novembre 2017.

Claudia Pinelli

ARCHIVIO DI NOVEMBRE