TEATRO MARTINITT

Risultati immagini per TEATRO MARTINITT LOGO

UNO DI VOI

FINO AL 26 GENNAIO 2020

La Bilancia Produzioni presenta

UNO DI VOI

scritto e diretto da Roberto Marafante

con Mirko Corradini, Andrea Deanesi, Giuliano Comin, Maria Giulia Scarcella


Visto da Marina Salonia al Teatro Martinitt l’11 gennaio 2020

UNO DI VOI

I MASCHI: UNA RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE?

Al teatro Martinitt sino al 26 gennaio è in scena la commedia Uno di voi, il cui testo è ispirato a un fatto realmente accaduto.

Interpreti i bravi e affiatati attori della compagnia TeatroE di Trento, Maria Giulia Scarcella (Maria), Andrea Deanesi (Luca), Mirko Corradini (Gianni) e Giuliano Comin (Jacopo), puntualmente diretti da Roberto Marafante regista romano di lunga esperienza.

La commedia si focalizza, seppur con ironia e leggerezza, su un’emergenza sociale: il dramma dei trentenni di oggi alle prese con le difficoltà di vario genere non solo economiche, incapaci di prendere decisioni per il proprio futuro, impediti nel vivere appieno la propria maturità; e buona parte della colpa sarebbe attribuibile ai maschi di questa società moderna che ormai sembrano aver perso tanto della loro virilità e sempre più assomigliano a fragili donnette.

La protagonista della pièce è Maria è una giovane insegnante di lettere di scuola media, fidanzata con Luca che come molti suoi coetanei è un eterno indeciso sul fatto di metter su famiglia e non si cura minimamente del ticchettio di quell’orologio biologico che sembra assillare solo Maria.

In una giornata a dir poco movimentata Maria si trova a fare l’amore oltre che con il suo compagno ufficiale Luca anche con i suoi due vecchi compagni di università: Gianni e Jacopo.

Dopo circa tre mesi Maria si accorge di essere incinta e convoca i tre uomini nella sala d’aspetto di un laboratorio di analisi senza anticipare loro il motivo della sua chiamata.

Come reagiranno i tre uomini? Perché Maria li ha convocati tutti e tre proprio in quel luogo?

Una simpatica commedia con il giusto mix di divertimento e riflessione sulla condizione degli uomini d’oggi, eterni Peter Pan che protraggono all’infinito il loro spirito adolescenziale e faticano a crescere.

Marina Salonia