Ultimo appuntamento del Festival di Opera Liquida, con lo spettacolo messo in scena dalla Compagnia stabile del Carcere di Opera, sarà il 19 ottobre alle ore 21, nel teatro della Casa di Reclusione. Allego comunicato e foto, cordiali saluti Maurizia Leonelli – 347.5544357

Opera Liquida
in collaborazione con
Direzione della Casa di Reclusione Milano Opera
Amministrazione Penitenziaria Provveditorato Regionale della Lombardia

 

nell’ambito del Festival PROVA A SOLLEVARTI DAL SUOLO – 7° edizione presenta

Venerdì 19 ottobre 2018 – ore 21

Teatro Stabile della Casa di Reclusione Milano – Opera

DISEQUILIBRI CIRCENSI 

In scena gli attori reclusi ed ex reclusi di Opera Liquida – Casa di Reclusione Milano Opera
Maria Chiara Signorini e Giulia Marchesi
Montaggio drammaturgico e regia Ivana Trettel
Spettacolo Vincitore del Premio Enea Ellero per il Teatro Sociale 2018“Misuro le distanze tra la pista e la realtà. L’incantesimo prende vita.

Noi del circo non siamo parte della società.
Abbiamo un corpo atavico, estraneo, fuori controllo.
Trasgressione, meraviglia, eccesso ci accompagnano.
Trasfiguro la realtà incontrandola, nella sua forma più pura”. 

Disequilibri circensi è ambientato in un circo, grande metafora del nostro essere in scena, rinchiusi o no. Il circo, gli equilibri, le distanze. Quanto misurano le distanze tra un essere umano e il resto del mondo? Tra me e te? Riconoscerci come acrobati della vita, come animali più o meno addomesticati, come clown in grado di ridere delle proprie miserie.

Il circo è per sua natura antico e atemporale. La pista è il cerchio dove tutto accade. E’ ciò che di magnifico e magnificente esiste sotto i riflettori, che se guardato alla luce del giorno appare anche fatiscente, con quello strato di polvere di vita che ne appanna la brillantezza, che ne mette in evidenza lo squallore. Di chi vorrebbe ma non può, di lustrini mal cuciti o invecchiati con il tempo. Questo ci affascina del circo. La sua componente animale. Un atleta è anche un animale, un essere umano lo è, la metamorfosi afferma il suo essere selvatico e addomesticato insieme.

Disequilibri circensi racconta di migrazioni fisiche, emotive, trasformative e vitali. Continui spostamenti, raccontati dal nostro gruppo multietnico.  I nostri viaggi sono confluiti nello spettacolo. Per affermare la diversità, per puntare una lente d’ingrandimento emotiva sulle migrazioni, una soggettiva sulle strade percorse ed interrotte, su quanto accade, continuamente, agli uomini. Al mondo.

Opera Liquida va al circo, è un circo, misura il circo. 

Opera Liquida è una Compagnia teatrale, un’associazione che, grazie al teatro, favorisce l’inclusione sociale, promuove la legalità e previene i comportamenti a rischio nei giovani. Utilizza il palcoscenico come luogo per riflettere e interrogarsi, dentro e fuori il carcere, su temi sociali di attualità portando in scena opere originali che nascono dai testi degli attori detenuti. L’esperienza del teatro unisce reclusi e società in uno spazio di incontro e riflessione che può favorire il cambiamento, il superamento di pregiudizi e luoghi comuni. Opera Liquida lavora con i detenuti di media sicurezza presso la Casa di Reclusione Milano Opera.

(DAL COMUNICATO STAMPA DI OPERA LIQUIDA)