TEATRO MENOTTI - FILIPPO PEREGO - STREAMING

Teatro MenottiFREGILI COME LA TERRA

MATTATOIO N.5     

Dal romanzo di Kurt Vonnegut

Versione teatrale scritta e diretta da Emilio Russo

Con Collettivo Menotti: Giuditta Costantini, Nicolas Errico, Jacopo Sorbini e Chiara Tomei

Costumi Pamela Aicardi

Sartoria La nuova sartoria di Nadia Venegoni Milano

Visto da Claudia Pinelli in streaming su www.teatromenotti.xarena.it

FRAGILI COME LA TERRA/MATTATOIO 5

COSÌ VA LA VITA

Mattatoio n.5, in streaming lo spettacolo teatrale del Teatro Menotti

Rientrare a teatro, nel teatro. Purtroppo, per la situazione contingente, in streaming, ma con buone scelte registiche che, pur non restituendo in pieno l’avvolgimento della partecipazione in sala, restituisce l’intensità di un testo non semplice, reso bene dal regista Emilio Russo e dalla bravura degli attori del Collettivo Menotti.
“Così va la vita”
Questa la frase ricorrente, l’intercalare del racconto distopico di Kurt Vonnegut, in cui passato, presente, futuro sono un unico, percorso dal protagonista Mark Pilgrim, in un andare e venire nelle diverse dimensioni, senza gabbie temporali. Lui è  narrazione di narrazioni altrui, viene ricreato dalle parole dei protagonisti della sua vita, nel suo viaggiare nel tempo. Ed ecco che appaiono sulla scena, uno alla volta,  lo scrittore dall’intensa produzione ma dagli scarsi lettori, la moglie, il commilitone, l’attrice che in spazi temporali destinati a non incontrarsi, raccontano di lui e dei suoi racconti, forse sogni, in questo continuo peregrinare che comporta “assenze” ma non mancanze. In questo viaggiare, per tenere insieme il sé, sullo sfondo c’è la guerra, il bombardamento di Dresda vissuto da prigioniero dei tedeschi, lo staccarsi da quella realtà, il viaggiare nel tempo per tenersi insieme e andare “oltre” perché passato, presente e futuro sono sempre esistiti e sempre esisteranno, per cui è inutile piangere ai funerali.
Molto bravi gli attori del Collettivo Menotti Giuditta Costantini, Nicolas Errico, Jacopo Sorbini, Chiara Tomei, qui riportati in ordine alfabetico e non in ordine di apparizione come nella presentazione perché “così va la vita”; l’intensità della recitazione senza sovraccarichi riesce a far emergere una coralità pur nella modalità del monologo, che permette il distanziamento, ma non il distacco, e questo é importante.

Claudia Pinelli