COMUNICATO STAMPA

Il matrimonio segreto di Domenico Cimarosa (prima rappresentazione 7 febbraio 1792 al Burgtheater di Vienna) entra nel repertorio della Compagnia Carlo Colla & Figli verso la fine del XIX secolo insieme ad altri melodrammi quali L’Italiana in AlgeriIl turco in Italia di Rossini, Il Guarany di Gomez, Crispino e la comare dei fratelli Ricci.

Seguendo una tradizione del teatro marionettistico lo spettacolo alternava numerose arie, duetti e concertati a parti dialogate in sostituzione dei recitativi. In questa particolare circostanza saranno i sette attori qui sopra citati a dare voce dal vivo alle marionette.

Come consuetudine, era introdotto un personaggio-maschera (in questo caso Gerolamo) la cui funzione comica si trasformava in quella di deus ex machina per stravolgere il finale.

L’intricata trama dell’opera buffa ha per protagonisti Paolino e Carolina, segretamente sposati, le cui vicende si intrecciano vorticosamente con quelle di Elisetta, sorella di Carolina, del conte Robinson che si innamora di Carolina anziché di Elisetta a cui sarebbe destinato e di Fidalma che ama Paolino. Insomma, tutti sono innamorati della persona sbagliata, in un complicato intrico di sentimenti contrastanti fino all’inevitabile lieto fine.

Ma nella versione marionettistica Gerolamo organizza un finale a sorpresa, come il pubblico sempre si aspettava dagli attori di legno.

L’opera ha tenuto cartellone al Teatro Gerolamo di Milano fino al 1957, quando le marionette lasciarono la loro sede storica. Fu ripresa per una serie di recite nel 1977 al Teatro Verdi di Milano. Nello stesso anno fu realizzato un film con marionette con la regia di Lorenzo Arruga che riportò fedelmente l’intreccio voluto dall’autore.

Questa volta vedremo uno spettacolo insolitamente “piccolo”, davvero a misura di Teatro Gerolamo: due quadri, quindici marionette costruite ex novo e abbigliate con costumi del vecchio e del nuovo repertorio, mentre le scene sono quelle originali di Achille Lualdi.

TORNA