CON L’ICONA  LA REDAZIONE TEATRALE DI SONDA LIFE SEGNALA GLI SPETTACOLI “DA VEDERE”

PAGINA IN ALLESTIMENTO


Risultati immagini per la lampada di aladino marionette colla

LA LAMPADA DI ALADINO

Di Eugenio Monti Colla dai racconti de Mille e una notte  – Regia di Eugenio Monti Colla

 (Visto al Teatro Studio Mariangela Melato il 4 gennaio 2019 da Adelio Rigamonti) 

CATTURATI DALLA FANTASIA

Quando mi è possibile mi piace iniziare l’anno recensendo uno spettacolo della compagnia marionettistica Carlo Colla & figli. Per la giornata dell’Epifania terminano, al Teatro Studio, le repliche de La lampada di Aladino un autentico kolossal per teste di legno, fili e soprattutto fantasia, tanta fantasia. Dodici animatori muovono con assoluta perizia, durante tutto lo spettacolo, oltre duecento marionette tra protagonisti, comprimari, comparse e animali, tra quest’ultimi sicuramente da segnalare il grande ragno che appare nel prologo nell’antro del mago malefico, che vuole impossessarsi della lampada per governare il mondo intero.
Lo spettacolo è strutturato in tredici quadri e un prologo; sono ben tredici le splendide scenografie di Achille Lualdi e Franco Citterio che si avvicendano  in tempi brevissimi.

LEGGI TUTTO

immagine scheda

ASPETTANDO IL TELEGRAMMA

Di Alan Bennett – Di Luca Toracca

(Visto al Teatro Elfo Puccini l’8 gennaio 2019 da Marina Salonia ) 

DOLCE VIOLET

Il  Teatro Elfo Puccini porta in scena sino al 20 gennaio il toccante monologo di Alan Bennet Aspettando il telegramma, che ha come protagonista Violet, un’anziana signora ospite di una casa di riposo, che, attraverso l’intensa interpretazione di Luca Toracca,  trasmette al pubblico emozioni, sentimenti e riflessioni sulla vita e sulla nostra percezione della vecchiaia.

Violet con i suoi 95 anni suonati è l’ospite più anziana dell’ospizio ed è stata colpita da un ictus. Per questo non riesce a ricordare molti fatti della sua vita e soprattutto non riesce a ricordare i nomi. Addirittura sembra non riconoscere nemmeno il figlio (più che un figlio sembra un padre) che un giorno si presenta a trovarla […]

LEGGI TUTTO

Risultati immagini per un borghese piccolo piccolo parenti

UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO

Dal romanzo omonimo di Vincenzo Cerami – Regia di Fabrizio Coniglio – Visto al Teatro Franco Parenti – Sala Grande – il 9 gennaio 2019 da Adelio Rigamonti. 

UN BORGHESE PICCOLO E ATTUALE

Fino al 20 gennaio nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti va in scena l’adattamento teatrale di Un borghese piccolo piccolo tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami, uno dei testi letterari più interessanti dell’ultimo quarto del secolo scorso e da cui fu tratto il famoso e pluripremiato film di Mario Monicelli con Alberto Sordi. A portare sulle tavole d’un palcoscenico il difficile e spietato testo è il regista Fabrizio Coniglio che si avvale della indiscussa bravura ed esperienza di Massimo Dapporto nel ruolo del protagonista Giovanni Vitali.
Romanzo, film e spettacolo teatrale non sono comparabili e tanto meno assimilabili e vivaddio che questo accada perché evidenzia e sottolinea che letteratura, cinematografia e drammaturgia è bene che esperimentino e indaghino fino in fondo il proprio linguaggio nelle loro specificità e unicità.  Comunque quanto visto al Parenti mi sembra più rispettoso del film nei confronti del testo letterario.
La pièce è suddivisa in due parti nette.  Nella prima parte si costruisce e si consuma in modo grottesco, non certo comico, ben poco infatti vi è da ridere, il rito della sovente umiliante […]

LEGGI TUTTO

Risultati immagini per il padre teatro manzoniIL PADRE

Di Florian Zeller – Adattamento e regia di Piero Maccarinelli – Visto al Teatro Manzoni il 10 gennaio 2019 da Marina Salonia 

LE MEMORIE PERDUTE DI HABER

Arriva sul palcoscenico del Manzoni lo spettacolo “Il Padre” (Le Père), in scena sino al 27 gennaio, scritto da Florian Zeller, un giovane drammaturgo francese, vincitore nel 2014 del prestigioso Premio Molière, molto apprezzato nei teatri europei per i suoi testi brillanti ma nello stesso tempo carichi di ricerca introspettiva.
Anche questa pièce infatti contiene tutti questi ingredienti trattando del morbo di  Alzheimer, una delle malattie più emotivamente dolorose dei giorni nostri. L’autore riesce però a dare spazio a momenti di leggerezza e ironia sapientemente mescolati a momenti di pura commozione.
All’aprirsi del sipario c’è Andrea (Alessandro Haber) nel suo elegante appartamento di Parigi a  colloquio con la figlia Anna (Lucrezia Lante della Rovere). L’ennesima badante se n’è andata, accusata ingiustamente da Andrea di averlo addirittura derubato del suo prezioso orologio. Anna preoccupata per suo padre che da tempo dà segni di confusione mentale, ma che orgogliosamente sostiene di non avere bisogno di nessuno, vuole dare una soluzione al problema perché si rende conto che ormai non può più stare da solo. Decide pertanto di ospitarlo a casa sua in attesa di trovare una nuova badante che possa piacere a suo padre, se no, a malincuore dovrà prendere in considerazione l’idea di portarlo in una casa di riposo per anziani.

Leggi tutto

Risultati immagini per la prova filodrammaticiLA PROVA

Scritto e diretto da Bruno Fornasari – Visto al Teatro Filodrammatici l’11 gennaio 2019 da Adelio Rigamonti

LA PROVA SUPERA LA PROVA

Perdonate lo stupido gioco di parole presente nel titolo, ma La prova, scritta e diretta da Bruno Fornasari e in scena sulle tavole del Filodrammatici, è elegante e riuscita commedia dal testo fluido, attuale e da ritmi interpretativi serratissimi e veloci. 
Nelle ultime stagioni molti sono i testi rappresentati che hanno al centro il dualismo maschi e femmine e ciò è dovuto al crescere senza soste delle violenze di genere in cui le donne, e l’attualità è inflessibile nel rovesciarlo in faccia a noi maschi, sono vittime.
Bruno Fornasari cambia intelligentemente le consuetudini e pone al centro del proprio lavoro lo scontro tra stronzi e sottomessi anche un po’ ingenui.  Negli stronzi  ci stanno uomini e donne, altrettanto negli ingenui e vittime.

Leggi tutto

Risultati immagini per GORLA FERMATA GORLAGORLA FERMATA GORLA

Scritto e diretto da Renato Sarti- Visto al Teatro della Cooperativa il 15 gennaio 2019 da Caludia Pinelli           

MEMORIE DA CONSERVARE ED ESTENDERE

Dal 15 al 27 gennaio 2019 il Teatro della Cooperativa ripropone uno spettacolo di Renato Sarti, “Gorla fermata Gorla”, sul massacro di bambini avvenuto nel 1944 nella scuola elementare di questo quartiere milanese, quando gli aerei dell’aviazione inglese, dopo aver effettuato un attacco contro le fabbriche nel nord Milano, si liberarono delle bombe residue colpendo anche la scuola “Francesco Crispi”. In scena, in questo adattamento, una brava Nicoletta Ramorino a dare voce a una superstite, oramai invecchiata, della strage, che ripercorre la vita prima e quanto avvenne quel giorno, alternandosi nella narrazione con due attrici di livello quale Marta Marangoni e Federica Fabiani che dal palco, dietro a un telone velato su cui vengono proiettate delle immagini, danno voce ai bambini morti, ricordandone la vita, i giochi e le monellerie, 

Leggi tutto

Risultati immagini per teatro fontana supermarketSUPERMARKET. A MODERN TRAGEDY

Scritto, composto e diretto da Gipo Gurrado – Visto al Teatro Fontana il 15 gennaio 2019 da Marina Salonia         

FAUNA DA SUPERMERCATO

Al Teatro Fontana è di scena sino al 27 gennaio Supermarket. A modern tragedy, un musical originale, divertente e fuori dal comune.
Il luogo in cui si sviluppa il racconto è un comune supermercato nel quale gli improbabili personaggi si cimentano in uno spettacolo recitato ma anche cantato e ballato come accade nei musical tradizionali. In questo caso però la proposta di Gipo Gurrado che firma libretto, musiche e canzoni e ne cura la regia supportato da Livia Castiglioni, risulta uno spettacolo forse meno musicale è più teatrale e per questo potrebbe essere definito un “non-musical” o, meglio ancora, un esempio riuscito di teatro canzone.
La scenografia, volutamente assente, ci offre un palcoscenico scarno e triste sul quale si muovono gli acquirenti del supermercato perpetrando una tragedia moderna dove sono di scena le nostre ansie, manie e nevrosi tipiche dei nostri tempi.
Tra luoghi comuni, frasi di circostanza e pensieri inconfessabili ognuno darà spazio a situazioni che […]

Leggi tutto

Risultati immagini per RAGAZZI DI VITA POPOLIZORAGAZZI DI VITA

Dall’omonimo romanzo di Pier Paolo Pasolini – Drammaturgia di Emanuele Trevi – Regia di Massimo Popolizio – Visto da Adelio Rigamonti al Piccolo Teatro Strehler il 16 gennaio 2019   

PASOLINI RIVISITATO

Ciò che esce dall’operazione di Massimo Popolizio e di Emanuele Trevi non è una semplice trasposizione del romanzo pasoliniano, infatti al pubblico viene presentata una sequenza di scene, non proprio nell’ordine originale, in cui una forte gestualità e un’altrettanto forte parlata romanesca evidenziano tratti grotteschi abbastanza lontani dal comico/tragico dell’autore friulano.
Romanzo e spettacolo sono ambientati nella Roma del dopoguerra in cui si agitano le vicende di un gruppo di ragazzi sottoproletari che vivono di espedienti, dal furto al dubbio lavoretto, e che non hanno alcun riferimento né nella famiglia né nella scuola, vivendo in una povertà estrema sia economica sia, soprattutto, culturale. 

Leggi tutto

Risultati immagini per Il gabbiano di cechov al carcanoIL GABBIANO

Di Anton Cechov – Regia di Marco Sciaccaluga – Visto da Adelio Rigamonti al Teatro Carcano il 31 gennaio 2019) 

IL GABBIANO DI CECHOV

Il gabbiano di Cechov in scena al teatro Carcano fino al 10 febbraio  è certo spettacolo vecchia maniera, ma in questo vecchia maniera non deve leggersi nessuna accezione negativa, in quanto il regista Marco Sciaccaluga porta in scena uno spettacolo ricco, potente,corposo senza ricorrere a genialate tanto comuni nel teatro odierno, soprattutto quando si tratta di mettere in scena opere classiche come appunto è Il gabbiano, e non ricorre neppure a rivisitazioni devastanti che imbarazzano lo spettatore e il critico.
Come si legge nel foglio di sala è per la prima volta in Italia che Il gabbiano viene rappresentato nella versione del 1895, cioè quella precedente alla censura zarista.
Sciaccaluga , presentando Cechov così come è, restituisce al pubblico tutta la complessità dell’uomo moderno che il grande scrittore russo aveva disegnato in questa tragedia. Ancora una volta si comprende come l’attualità di un testo non dipenda da rivisitazioni più o meno congrue e intelligenti, ma dalla potenza del testo stesso che in questo allestimento esce vigorosa e intatta.

Leggi tutto

Risultati immagini per la classe all'elfoLA CLASSE

Di Vincenzo Manna – Regia di Giuseppe Marini – Visto al Teatro Elfo/Puccini il 31 gennaio 2019 da Claudia Pinelli) 

OTTIMO TEATRO CIVILE

La classe di Vincenzo Manna, è spettacolo drammatico e attuale per la regia di Giuseppe Marini. Una classe di recupero crediti per studenti con problematiche disciplinari, viene affidata a Albert, Andrea Paolotti, professore di origini straniere, che si scontra con la dura realtà di una scuola professionale di periferia di una non specificata città europea, confinante con un grande campo profughi, “lo zoo”, terribile fertile terreno di emarginazione e violenza ma anche di facili capri espiatori. 

Sembra che nulla riesca a coinvolgere i sei ragazzi che sono obbligati a seguire il corso, ognuno perso nella propria storia e con aspetti caratteriali problematici, ma la prospettiva di vincere un concorso per le scuole che ha per tema l’Olocausto e spartirsi il premio in denaro previsto, pian piano riesce a coinvolgere alcuni di loro che si dedicheranno a ricostruire, con la documentazione portata fuori dal suo Paese da un profugo, la storia dei ragazzi torturati e uccisi in uno dei tanti Olocausti moderni. 

Leggi tutto

Risultati immagini per l'intervento filodrammaticiL’INTERVENTO

Di Mike Birtlett – Regia di Fabrizio Arcuri  – Visto al Teatro Filodrammatici il 30 gennaio 2019 da Claudia Pinelli

TRA GUERRA REALE E GUERRA INTIMA

Il Teatro Filodrammatici ha presentato L’intervento, opera teatrale del giovane drammaturgo britannico Mike Birtlett. Un sipario abbassato fa da sfondo,  a delimitare lo spazio in cui una figura femminile sistema di volta in volta gli elementi scenici dei cinque episodi in cui si suddivide questa pièce teatrale, con brani musicali azionati dagli attori a suggellare la fine di ogni sequenza. 
Sul palco vi sono A, Rita Maffei, e B, Gabriele Benedetti. La regia è  di Fabrizio Arcuri. Il personaggio A è donna, insegnante con una tendenza all’eccedere nel bere che le viene continuamente rinfacciata dal personaggio B, uomo, quello che solo lei considera migliore amico, ma da cui si sente doppiamente tradita: nel suo schierarsi a favore di una guerra di invasione che mostrerà tutte le sue atrocità e nel fidanzarsi con una donna rinchiudendosi in un ménage che taglia fuori il resto del mondo e quindi anche il loro rapporto.

l’intrvrnto

Risultati immagini per dongiovanni al piccoloDON GIOVANNI

Di Molière – regia di Valerio Binasco – Visto al Piccolo Teatro Strehler   il 29 gennaio 2019 da Adelio Rigamonti)

TRA GOFFA RELIGIOSITÀ E BLASFEMIA

Valerio Binasco porta in scena allo Strehler  fino al 10 febbraio un interessante Don Giovanni. La commedia tragica di Molière, che fra l’altro ha perso, e per questo allestimento quasi inspiegabilmente, parte del titolo e cioè ovvero del convitato di pietra, ha subito una profonda rivisitazione come quasi scontato che avvenisse. Binasco, nel rivisitare la già di per sé discussa opera molieriana, ha operato soprattutto un’operazione di scavo proprio attorno alla figura di Don Giovanni: diabolico, libertino misterioso e in qualche modo fascinoso in Molière, qui cinico seduttore e stupratore seriale, privo di una benché minima aurea mitica.

Questo Don Giovanni materializzato in qualche modo nell’oggi è interpretato con imponente fisicità e forza espressiva da un talentuoso e generoso Gianluca Gobbi, vagamente punk (negli interessanti abiti disegnati da Sandra Cardini) che passa con disinvoltura dall’atteggiamento irridente, blasfemo e beffardo a quello di seduttore ipocrita, forte coi deboli e viscidamente umile coi forti.

l’intrvrnto


Risultati immagini per FRIGOR MORTISFRIGOR MORTIS OVVERO: STRANO CASO IN CASA BROCCHI

Di Paola Ornati – regia di Marco Rampoldi

(Visto al Teatro della Cooperativa –  il 29 gennaio 2019)

RECENSIONE


Risultati immagini per elephant woman teatro iELEPHANT WOMAN

Scritto e diretto da Andrea Gattinoni

(Visto al Teatroi  il 26 gennaio 19)

RECENSIONE


immagine schedaMAI MORTI

Scritto e diretto da Renato Sarti

(Visto al Teatro Elfo Puccini – Sala Bausch –  il 24 gennaio 2019) 

RECENSIONE


Risultati immagini per il venditore di sigari littaIL VENDITORE DI SIGARI

Di Amos Kamil – Regia di Alberto Oliva

(Visto al Teatro Litta –  il 23 gennaio 2019) 

RECENSIONE


Risultati immagini per antigone piccolo teatroANTIGONE

Di Sofocle – Regia di Giuseppe Scutellà

(Visto al Piccolo Teatro – Teatro Studio Melato  il 23 gennaio 2019) 

RECENSIONE


Risultati immagini per antigone elfoANTIGONE

Di Sofocle – Regia di Gigi Dall’Aglio

(Visto al Teatro Elfo/Puccini – Sala Shakespeare  il 22 gen. 19)

RECENSIONE


immagine schedaDEDALO E ICARO

Drammaturgia di Tindaro Granata – Regia di Giacomo Ferraù e Francesco Frongia

(Visto al Teatro Elfo/Puccini – Sala Fassbinder –  il 18 gennaio 2019)

RECENSIONE


Risultati immagini per menotti gli uccelliGLI UCCELLI DI ARISTOFANE

Da Aristofane – Adattamento e regia di Emilio Russo (Visto al Teatro Menotti il 17 gennaio)

RECENSIONE

Leggi tutto