IN PROGRAMMAZIONE

PICCOLO TEATRO – TEATRO GRASSI – Via Rovello 2, 20121 Milano – Tel. 02 4241.1889 –  http://www.piccoloteatro.org

LE SERVE

Di Jean Genet
Regia di Giovanni Anfuso

Dal 3 al 15 0tt0bre

Orari: Mar, Gio, Sab: 19.30, Mer e Ven: 20.30, Dom. 16.

RECENSITI DI FRESCO
ANTROPOLAROID

(visto al Teatro Ringhiera il 23 settembre 2017)

di e con Tindaro Granata

RECENSIONE

 

 

ARCHIVIO RECENSIONI
Spettacoli recensiti nel mese di

SETTEMBRE

CI METTO LA FACCIA...
PAGINA IN RIELABORAZIONE
NOTIZIE IN BREVE

54° Premio Riccione per il Teatro

 Vitaliano Trevisan con Il delirio del particolare. Ein Kammerspiel, ha vinto la cinquantaquattresima edizione del Premio Riccione per il Teatro. Complimenti da tutta la redazione di Sonda.Life


“San Vittore Globe Theatre – Atto II: Le Tempeste”.
al Piccolo Teatro Studio Melato

Il CETEC Dentro/Fuori San Vittore sarà in scena il 4 ottobre al Piccolo Teatro Studio Melato con “San Vittore Globe Theatre – Atto II: Le Tempeste”.
Così la direttrice artistica del CETEC illustra questo ritorno al Piccolo:
«Sono passati ventuno anni da quell’incontro magico a San Vittore con un Prospero che si chiamava Giorgio Strehler. Un baratto su “La Tempesta” di Shakespeare, che è rimasto impresso nei nostri cuori. Il tutto ai tempi in cui il connubio teatro e carcere muoveva i primi passi sul piano nazionale ed europeo, il Maestro ne riconosceva la forza rivoluzionaria, l’artisticità oltre che l’utilità sociale e ci esortò ad andare avanti e a vincere le difficoltà… Questo abbiamo fatto e continuiamo a fare proseguendo nel lavoro non più solo dentro il carcere di San Vittore, ma soprattutto fuori, nelle periferie, con le nostre ex detenute attrici. Per passare il testimone ai giovani per un teatro di “confine” che continua a parlare con il cuore, la passione e l’umiltà di un teatro povero reinventato in un carcere, San Vittore, dove il teatro non c’è». Drammaturgia e regia dello spettacolo sono di Donatella Massimlla.
(dal comunicato stampa)

Filo-Sofà al Filo

Nella conferenza di presentazione della stagione 17/18 del Filodrammatici Tommaso Amadio e Bruno Fornasari, dopo aver illustrato i notevoli spettacoli che calcheranno le tavole dello splendido teatrino, hanno, tra le varie iniziative collaterali, presentato Filo-Sofà, un innovativa e importante  offerta di consultazione di testi teatrali e di critica di settore a disposizione di tutti gli appassionati di teatro. Il servizio iniziato il 18 settembre è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18. Lo spazio lettura è allestito al piano -2.


Atir saluta il teatro Ringhiera con una notte bianca

Ormai credo sia noto a tutti che Atir, dopo dieci anni di lavoro dentro e fuori dal Teatro Ringhiera con grande impegno nel sociale e sul territorio, dovrà lasciare un teatro che, grazie a tutta l’équipe guidata da Serena Sinigaglia, era diventato un simbolo di qualità, innovazione e impegno. Lo spazio teatrale, come tutto lo stabile che lo contiene, ha bisogno di non rinviabili lavori strutturali. Qui non voglio alimentare polemiche e tensioni, quest’ultime ben percepibili nella conferenza stampa del 21 scorso, ma solo ricordare il “ciao” del tutto originale che Atir dedicherà agli spazi che per dieci ani lo ha visto protagonista. Tutto si chiuderà il 30 settembre con una notte bianca dalle 18 di sabato alle 7 di domenica con una colazione collettiva. Balli, Teatro di strada, spettacoli di oggi e di domani della compagnia, performances varie, risottata e poi Ringhiera Deep Night: tutti in tenda!


La stagione del Teatro della Cooperativa inizia ricordando Strehler

E’ dedicata al maestro Giorgio Strehler a 20 anni dalla sua scomparsa la quindicesima stagione del Teatro della Cooperativa. Dopo la festa di inaugurazione, ormai appuntamento cult della stagione teatrale milanese, si comincia il 3 ottobre (in replica fino al 5 ottobre) con un lavoro scritto, diretto e interpretato da Stefano de Luca dal titolo MAESTRO! memorie di un guitto.

Si continua dal 20 al 22 ottobre  con GIORGIO STREHLER E IO, Quarant’anni di Gian Carlo Dettori al Piccolo Teatro di Claudio Beccari con Gian Carlo Dettori che per quarant’anni ha lavorato con Giorgio Strehler al Piccolo Teatro, prendendo parte a spettacoli che hanno segnato la cultura italiana del ’900.

(dal comunicato stampa del Teatro)