Immagine correlata


VISTO E PIACIUTO

Senza dubbio interessante quanto proposto da Bestie di Scena di Emma Dante.

Bestie di scena di Emma Dante, di nuovo allo Strehler fino al 20 maggio, a poco più di un anno di distanza dal debutto è spettacolo che può piacere o non piacere, convincere o deludere, ma, soprattutto per critici e operatori, è opera da seguire con attenzione perché di certo è una pietra miliare nella carriera della regista siciliana, un punto fermo da cui partire di nuovo. Ci troviamo immersi  in un grado zero umano e teatrale da cui muoversi e lavorare e non so se, dopo aver tutto e tanto destrutturato, la creatività di Emma Dante conoscerà fasi regressive o progressive come mi auguro; sono convinto che comunque conosceremo qualcosa di diverso, di nuovo, felice o infelice che sia.

Si entra in sala a platea ancora semivuota e quattro attori sono già in scena, come ci fossero sempre stati, una sorta di orpello al palco stesso nel suo enorme vuoto nero. I quattro fanno esercizi di riscaldamento in maglietta e…

(Dalla recensione Crestività in Progress di Adelio Rigamonti del 10 maggio 2018)

LEGGI TUTTO

 

Risultati immagini per maschere teatro greco

 

DA NON PERDERE

Torna al Teatro I Erodiàs nella splendida e intensa interpretazione di Francesca Fracassi, uno spettacolo da non perdere.

… 

Torna su un palcoscenico milanese il tanto discusso testo  di Giovanni Testori, che biblisti e critici cattolici, quelli più retrivi, non solo hanno considerato blasfemo e osceno, ma addirittura scritto sotto dettatura di Satana. […]

La trama in sintesi del densissimo monologo: Erodiade, la concubina di  Erode Antipa, è preda di  un amore ardente e sensuale per il Battista, un amore frustrato, che si trasforma in un insostenibile tormento interiore capace di renderla folle fino ad avere l’idea di far danzare la figlia Salomè per Erode e di farle esigere in cambio la testa di Giovanni.

L’Erodiàs esige una prova d’attore rigorosissima pur nel segno “sgangherato” di Testori, segno che non permette la minima concessione alla superbia. Federica Fracassi è attrice umile, espressiva, quasi “serva” della parola che, come Martinelli scrive nel programma di sala, vince su tutto. L’attrice, dalla grande fisicità in scena, passa con esperienza e maestrìa dal rantolo titubanza… 

 

(Dalla recensione L’esigenza del peccato di Adelio Rigamonti pubblicata su queste pagine in occasione delle repliche della stagione scorsa)

LEGGI TUTTO
IL CARTELLONE
LA PROGRAMMAZIONE NEI TEATRI MILANESI SEGUITI DA SONDA.LIFE

Cerca lo spettacolo che fa per te tra i molti proposti da Teatro a Milano/Sonda.Life

CERCA

ARCHIVIO RECENSIONI
ARCHIVIO PERSONALE

In queste pagine potrete trovare tutte le recensioni pubblicate da Sonda.Life nel supplemento di Teatro a Milano che curo con la collaborazione di Claudia Pinelli e Marina Salonia. Le recensioni sono suddivise per le stagioni teatrali in cui sono state rappresentate e per i  teatri che hanno ospitato gli spettacoli recensiti.

ARCHIVIO STAGIONI PRECEDENTI

 

RECENSITI DI FRESCO

CON L’ICONA  LA REDAZIONE TEATRALE DI SONDA LIFE SEGNALA GLI SPETTACOLI “DA VEDERE”

 


Risultati immagini per out off buzzatiTEATRO  OUT OFF/LE COSMICOMICHE – LA BOUTIQUE DEL MISTERO
Recensito da Adelio Rigamonti l’8 maggio 2018
BELLI I TESTI, BRAVI GLI ATTORI, MA…
Fino al 27 maggio al Teatro Out Off è di scena Le cosmicomiche – La boutique del mistero da Italo Calvino e Dino Buzzati per la regia di Lorenzo Loris. Lo spettacolo è iniziato, nella replica dell’8 maggio, dopo una conversazione intitolata Dino Buzzati e la montagna. Nel frattempo il pubblico ha avuto modo e tempo di vedere e indagare la composita e sovrabbondante scenografia di Daniela Gardinazzi ricca di cose e simboli che si riveleranno superflui nel corso dello spettacolo. Quattro i testi presentati dai bravi Paolo Bessegato e Pietro Buontempo, il primo ha letto i racconti di Dino Buzzati e il secondo quelli di Italo Calvino; i racconti di quest’ultimo, per incondivisibile scelta registica, sono risultati, soprattutto il primo, troppo urlati  e drammatizzati a discapito di quella leggerezza stilistica…

LEGGI TUTTO

PICCOLO TEATRO STREHLER/PAGAGNINI
Recensito da Marina Salonia il 22 maggio 2018
LA MUSICA CLASSICA COME NON L’AVETE MAI ASCOLTATA
Approda al Teatro Strehler il quartetto d’archi PaGAGnini che fino al 3 giugno intratterrà il pubblico milanese con uno spettacolo davvero originale e divertente.
Il gruppo musicale composto dai violinisti Eduardo Ortega, Thomas Potiron, Fernando Clemente e dal violoncellista Jorge Fournadjiev, tutti musicisti con una formazione cameristica, trascinano gli spettatori in un coinvolgente viaggio attraverso le più celebri arie classiche da Mozart a Vivaldi, da Paganini a Pachelbel abbandonando il rigore della musica da camera per riproporre i brani con contaminazioni dal mondo del rock, del pop, della musica country e del  flamenco.
I virtuosismi dei musicisti si intrecciano poi con gag esilaranti facendo di questo spettacolo non solo un concerto ma un  vero e proprio show…

LEGGI TUTTO

Risultati immagini per gerolamo l'adalgisaTEATRO GEROLAMO/L’ADALGISA
Recensito da Claudia Pinelli il 22 maggio 2018
IL GRANDE FASCINO DI UNA POPOLANA MILANESE
Anna Nogara entra in scena percorrendo la platea, dopo aver sbattuto una porta. La recitazione è da subito incisiva, mentre i gesti misurati sembrano quasi accarezzare il testo e daranno il là alle immagini che accompagneranno il racconto.
Lei è  “l’ Adalgisa”, personaggio nato dalla penna di Carlo Emilio Gadda, popolana milanese senza quarti di nobiltà, stiratrice ma dotata di una voce che la porterà a esibirsi come cantante  nelle sale milanesi – dal Fossati al Carcano- e a essere indipendente, finché  accetterà “il Carlo” come marito e farà quella scalata sociale “con ottavino di palco alla Scala” che non le risparmierà  l’ostilità e il dileggio…

LEGGI TUTTO

TEATRO MANZONI/DI A DA IN CON SU PER TRA FRA SHAKESPEARE
Recensito da Adelio Rigamonti il 23 maggio 2018
STORIA DI UN AMORE PER SHAKESPEARE
Avevo visto nel giugno dello scorso anno Di a da in con su per tra fra Shakespeare di Serena Sinigaglia nel Cortile delle armi del Castello Sforzesco. Allora, nonostante la magnifica Piazza d’Armi del Castello non fosse il luogo più adatto per ospitare spettacoli di prosa anche per  le dimensioni esagerate del palco e per un server audio inadatto, mi era sembrato spettacolo, oltre che gradevole, ben costruito e convincente.
La riproposta, fino al 25 maggio, dello spettacolo prodotto da Atir Ringhiera al Teatro Manzoni conferma e rafforza quell’impressione. Atir Ringhiera con l’ultimo spettacolo della sua stagione on the road ospitata da vari teatri milanesi per via della nota vicenda della ristrutturazione improrogabile degli spazi di via Boifava, ha avvicinato con successo un pubblico diverso da quello che da anni segue abitualmente le sue produzioni.
Come si legge nel comunicato Di a da in con su per tra fra Shakespeare è la storia dell’amore della regista Serena Sinigaglia per Shakespeare…

LEGGI TUTTO


Immagine correlata


TRAILER E TEASER

Al Teatro Strehler fino al 3 giugno

PAGAGNINI

Sonda Life/Teatro a Milano propone la divertente esecuzione di un Canone di Pachelbell del gruppo musicale PAGAGNINI (promo prodotto direttamente dalla Produzione e inserito su Youtube)

APPUNTAMENTI

IL TEATRO FILODRAMMADICI CONCLUDE LA STAGIONE CON MARTIRI

Martiri è l’ultimo spettacolo della stagione 2017/18 del Teatro Filodrammatici. In scena gli stessi attori (giovani e bravissimi) di Tamburi nella notte che ha aperto la stagione al Filodrammatici. Il testo è di Marius von Mayenburg e la regia di Bruno Fornasari. Uno spettacolo “grande” per impegno produttivo e tematiche affrontate.

Come quasi tutti gli adolescenti Benjamin cerca la ribellione, ma la sua è una battaglia rovesciata che non ha nulla a che fare con il bisogno di avere più libertà. Benjamin vuole, al contrario, più regole e pretende da se stesso e da tutti i suoi conoscenti un’adesione assoluta ai dettati della Bibbia. La sua Bibbia tascabile diventa così il mezzo attraverso il quale comunica il suo messaggio con violenza, prima verbale e poi pericolosamente fisica, in un climax ascendente che porta verso la distruzione.

Risultati immagini per MARTIRI AL FILODRAMMATICI

 


Immagine correlata


OPERA LIQUIDA DI SCENA ALLA CASA MUSEO SPAZIO TADINI

Opera Liquida e la Casa Museo Spazio Tadini  grazie alla Direzione della Casa di Reclusione Milano Opera e all’Amministrazione Penitenziaria Provveditorato Regionale della Lombardia presentano
Undicesimo Comandamento – uccidi chi non ti amaliberamente tratto dall’omonimo romanzo di Elena Mearini e con gli scritti degli attori reclusi – Drammaturgia e regia di Ivana Trettel.
In scena gli attori detenuti ed ex detenuti del Carcere di Opera e Maria Chiara Signorini
Sabato, 26 maggio 2018 – ore 21.00 – Spazio Tadini

Risultati immagini per 11 comandamento uccidi chi non ti ama

Opera Liquida è una Compagnia teatrale, un’associazione che, grazie al teatro, favorisce l’inclusione sociale, promuove la legalità e previene i comportamenti a rischio nei giovani. Utilizza il palcoscenico come luogo per riflettere e interrogarsi, dentro e fuori il carcere, su temi sociali di attualità portando in scena opere originali che nascono dai testi degli attori detenuti. L’esperienza del teatro unisce reclusi e società in uno spazio di incontro e riflessione che può favorire il cambiamento, il superamento di pregiudizi e luoghi comuni. Opera Liquida lavora con i detenuti di media sicurezza presso la Casa di Reclusione Milano Opera. 

(Dal comunicato stampa della Compagnia)

 

TALKIN' MENOTTI
Il teatro è soprattutto un luogo, dove si ascoltano e si raccontano storie. È un luogo dove, magicamente, le parole si trasformano, prendono forma, peso, colore e suono diverso, riescono ad entrare direttamente nella testa e nel cuore di chi ascolta, senza filtri e senza deroghe. Occorre una buona storia e qualcuno che la sappia raccontare, restituendo curiosità e passione. Storia e storie, quindi, per un festival variegato, come nella cifra di Tieffe Teatro, studiato proprio per combinare il repertorio della prosa con incursioni teatrali di protagonisti della scena culturale italiana, con la musica, con la letteratura, con la poesia e con spettacoli adatti a sperimentare nuovi percorsi, nuovi linguaggi e stili diversi, in grado di appassionare il pubblico affezionato e di attrarne di nuovo, capace di tessere relazioni tra le persone, avvicinando le generazioni con uno sguardo di attenzione alle nuove scene. I prossimi spettacoli della rassegna:

 

◊ MAX PAIELLA – TUTTO ESAURITO
22 | 24 MAGGIO

◊ MONI OVADIA – CONCERTO NAPOLIDE
25 | 26 MAGGIO

◊ LUCIA VASINI – LUCI
29 | 31 MAGGIO

Claudia Donadoni in STRIA

 

CONTINUA AL TEATRO MARTINITT

Risultati immagini per martinitt garko

NON AVER PAURA. E’ SOLO UNO SPETTACOLO è un format di Eduardo Aldan, adattato da Franco Ferrini, diretto da Ricard Reguant, con Gianni Garko (il maestro di cerimonia), Claudia Genolini (la babysitter), Edoardo Frullini (il pensionante) ed Emiliano Ottaviani (il vigilante). Produzione La Bilancia.

Paurose risate in arrivo! Questo è uno spettacolo fuori dagli schemi. Uno show da palpitazioni, che fa leva sulle nostre paure infantili, per poi riderci sopra. Un esperimento teatrale, oggi in voga in tutto il mondo, che vuole indurre lo spettatore a provare una sensazione di inquietudine e paura, proprio là dove normalmente si sente al sicuro: in una comoda poltrona di teatro. Trama e ambientazione sorprendenti, terrore psicologico ed effetti speciali sono gli ingredienti di una nuova e appassionante avventura, che scuoterà il pubblico con emozioni forti e divertimento garantito. Ma non rilassatevi troppo, pensando che tanto è solo finzione! Nessuno può dire chi vi sta seduto accanto…

(Dal comunicato stampa)

  

TEATRO A MILANO MANDA A DIRE

Per inserzioni pubblicitarie e/o articoli promozionali redazionali telefonare al

339 716 3993